IMG-20180917-WA0002

Sentieri di guerra, sentieri di pace. Primo giorno.

Lunedì 17 settembre, come previsto, la rete Passaggio Chiave è partita per la 5 giorni in Dolomiti.

Prima tappa raggiunta: Rifugio Antonio Berti, situato a mt.1950 nel gruppo del Popera, patrimonio naturale dell’Unesco, al margine dell’omonimo vallone nel comune di Comelico Superiore in provincia di Belluno.

Inaugurato nel 1962, è dedicato al grande alpinista Antonio Berti “Cantore delle Crode” che ha esplorato e descritto dettagliatamente le Dolomiti Orientali.

Foto: Primo giorno

Approfondisci

presentazione

Passaggio Chiave. Presentato il terzo progetto

E’ stato presentato oggi in ATS Monza e Brianza il terzo progetto della rete di montagnaterapia Passaggio Chiave, il titolo scelto è “sentieri di guerra, sentieri di pace: camminando tra le trincee della Prima Guerra Mondiale”.

Partenza prevista per lunedì 17 settembre e, per 5 giorni, si camminerà sulle Dolomiti da rifugio a rifugio.

L’esperienza sarà supportata dai nostri accompagnatori e istruttori, nonchè da istruttori del CAI Veneto, che si occuperanno di svolgere tutte le funzioni tecniche di accompagnamento e di guida lungo i sentieri e le montagne che affronteremo.

All’iniziativa parteciperanno operatori e pazienti di ATS Brianza,  U.O.D. ASST Rhodense, Comunità terapeutica l’ARCA di Como e la Comunità terapeutica il Molino-Cooperativa Sociale Sette Onlus.

La U.O.D ASST di Monza e U.O.D.ASST di Vimercate, che fino all’ultimo sono stati coinvolti nella organizzazione purtroppo non  parteciperà all’esperienza per diversi motivi.

Approfondisci

21

Passaggio Chiave e … le 52 gallerie

In linea con quanto previsto dal progetto 2018, la rete Passaggio Chiave il 28 agosto ha percorso la strada delle 52 gallerie per NON DIMENTICARE cosa han dovuto fare l’essere umano durante la grande guerra a 100 anni di distanza. Il gruppo, seguito dai nostri istruttori e accompagnatori, ha potuto meglio comprendere la tragedia, iniziata nel 1918, grazie alle guide turistiche del luogo.

foto di Alvaro: Monte Pasubio

Approfondisci

38719278_643547859363912_1889214074646953984_n

Passaggio Chiave al Rifugio Omio

Domenica 5 agosto la rete Passaggio Chiave, accompagnata da alpiteam, si è recata al Rifugio Omio.

Il Rifugio Omio appartiene alla SEM -Società Escursionisti Milanesi- che lo edificò nel 1937 in memoria di Antonio Omio, perito il 16 settembre 1935 per assideramento durante la discesa dalla Punta Rasica in Val di Zocca. Sorge al centro dell’anfiteatro della Valle dell’Oro, base ideale per ospitare corsi di roccia per le salite alla Punta Sfinge, Pizzo Ligoncio, Punta Milano, Pizzi dell’Oro, Cime del Calvo, Punta Fiorelli, Punta Medaccio. Poco distante dal rifugio, a circa 15 minuti di cammino, è presente la struttura Rockylandia, ideale per l’arrampicata sportiva. Il Rifugio Omio è un punto strategico nelle traversatedalla Val dei Ratti, dalla Val Codera, dalla Val Merdarola, alla Val Porcellizzo, tappa del Sentiero Walter Bonatti e della celebre Trail Running “Kima” sul Sentiero Roma. Numerosi sono i punti di interesse naturalistico sui percorsi da e per il Rifugio, senza dimenticare la possibilità di trascorrere momenti irripetibili di pace e tranquillità in un ambiente unico ed in un clima famigliare e cordiale. Il Rifugio Omio dispone di 30 posti letto, pertanto si consiglia di prenotare o di verificare la disponibilità.

foto di Alvaro: Rifugio Omio

Approfondisci

36985496_615866868798678_3082429987467296768_n

Due giorni al Rifugio Vittorio Sella con Passaggio Chiave

Il 4 e 5 luglio la rete Passaggio Chiave, affiancata dai nostri accompagnatori, ha trascorso momenti di gioia nella bellezza naturale del Parco del Gran Paradiso. Il primo giorno il gruppo ha raggiunto il magnifico Rifugio Vittorio Sella nell’Alpe Louson (2588mt), mentre il secondo giorno una parte del gruppo ha raggiunto il Colle della Rossa (3195 mt), il valico è un importante punto di passaggio tra il vallone che ospita il rifugio Vittorio Sella e quello di Vermiana.

Foto di Alvaro: Rif. Sella

Approfondisci

32580664_574369086281790_7083013765368643584_n

Passaggio Chiave. Da Piona a Colico

Il 13 maggio la rete Passaggio Chiave ha svolto la sua quarta uscita dell’anno. Ecco il racconto di Alvaro (accompagnatore alpiteam):

“Un folto gruppo di partecipanti, per una escursione dal grande valore paesaggistico e ambientale, oltre che storico . Da Piona a Colico, seguendo la sponda del lago di Como e l’alzaia dell’Adda , abbiamo percorso il “trail del Viandante” ed il “sentiero dei Forti”, fino a raggiungere e visitare il Forte di Fuentes ed il Forte Montecchio.”

foto di Alvaro: Piona/Colico

Approfondisci

IMG-20180415-WA0016

Passaggio Chiave per la linea Cadorna

Terza uscita dell’anno per la rete di Servizi Passaggio Chiave con i nostri istruttori/accompagnatori. Partiti da Viggiù per la linea Cadorna, le trincee del sistema difensivo alla Frontiera Nord verso la Svizzera, sul massiccio Orsa-Pravello.

Per rispondere alle esigenze di difesa del territorio nazionale da un possibile attacco d’oltralpe, che avrebbe potuto esser messo in atto dai tedeschi attraversando il territorio della Confederazione Elvetica, negli anni della Prima Guerra mondiale, fu realizzata una fitta serie di camminamenti, cunicoli e appostamenti per mitragliatrici e cannoni lungo il versante nord del massiccio Orsa-Pravello. Queste opere, ormai storiche, sono oggi una interessante attrattiva per il turista casuale come per l’escursionista appassionato che, seguendone i percorsi, può avere un interessante colpo d’occhio verso la Svizzera ed il lago Ceresio. (Tratto da Wikipedia)

Foto: Linea Cadorna

logo_PassaggioChiaveV1

Approfondisci